Fidas Day: iniziativa allo stadio insieme alla Nissa in diretta su Rai Sport

Sabato 8 gennaio in occasione della partita casalinga della Nissa contro il Real Nocera Superiore, presso lo stadio Tomaselli, si svolgerà il Fidas Day, giornata di sensibilizzazione alla donazione del sangue. L’evento, nato dalla sinergia della dirigenza della società calcistica con i responsabili dell’associazione dei donatori, è stato fortemente voluto dal Gruppo Giovani della Fidas che intende promuovere la cultura della donazione del sangue verso le fasce più giovani della città. Durante la conferenza stampa NISSA e FIDAS, attraverso i propri responsabili, hanno voluto ribadire la necessità di sacche di sangue della nostra città.
“Abbiamo chiuso il 2010 con 200 donazioni raccolte in più rispetto il 2009, – dichiara Roberto Bonasera, presidente della Fidas Caltanissetta – ma nonostante questo risultato siamo ancora lontani dall’autosufficienza per la nostra città, che ogni anno ha bisogno di circa 6.500 unità. Con le più di 4.300 unità donate dai nostri donatori durante il 2010, la Fidas ha garantito circa il 70 % del fabbisogno permettendo ai nostri talassemici, ovvero i circa 120 cittadini nisseni malati di anemia mediterranea, di avere una vita quasi normale. Ma il sangue serve per garantire la continuità dell’attività chirurgica dell’ospedale cittadino, per le cure del paziente oncologico e per altre patologie, oltre che per i casi di urgenza: mettendo insieme tutte queste necessità ci si ritrova a lanciare appelli tragici in alcuni momenti dell’anno, con la consapevolezza di ritrovarsi in situazioni tragiche.”
“I potenziali donatori di sangue della nostra città sono circa 20.000, – continua il presidente della Nissa, Umberto Ilardo – contro gli appena 2.000 donatori effettivi: spero che iniziative come questa possano servire a scuotere l’indifferenza attorno a questa problematica e che il supporto di realtà sportive come la nostra possa servire a far aumentare questa percentuale di donatori che ad oggi si attesta appena al 10%. Domani Rai Sport trasmetterà la partita sul satellite e sicuramente questo rappresenta un’occasione in più per avvicinare i nisseni alla donazione. In futuro ci saranno sicuramente altre occasioni per supportare la Fidas nel continuare quest’opera di sensibilizzazione che porta avanti da 36 anni.”
L’iniziativa si svolgerà con i ragazzi del Gruppo Giovani della Fidas che distribuiranno dei pieghevoli informativi al pubblico presente allo stadio. “Prima del fischio di inizio, – dichiara Salvatore Calì, responsabile del Gruppo Giovani della Fidas – un gruppo di giovanissimi giocatori della NISSA entrerà in campo con un grande telo riportante il messaggio della giornata. Con il Gruppo Giovani distribuiremo dei volantini al pubblico e spiegheremo come sia facile e semplice diventare donatori di sangue: puntiamo al pubblico più giovane, sperando che presto la nostra generazione sia in grado di costituire la nuova speranza trasfusionale per questa città. Nelle prossime settimane presenteremo le iniziative che stiamo mettendo in campo per sensibilizzare quanti più giovani possibili, soprattutto nelle scuole”.

La Fidas è aperta tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 8,00 alle 11,30 presso il proprio centro di raccolta in viale della Regione 68, di fronte lo stadio Palmintelli. Per diventare donatori basta recarsi a digiuno e fare gli esami preliminari. Per informazioni è possibile contattare lo staff medico allo 0934592830.

 


Condividi | |

I commenti sono disabilitati.